12 aprile 2014

Neverwinter mmorpg in italiano

Non ne avevo mai sentito parlare prima ma così, a occhio, sembra interessante. Anche perché è gratuito. Peccato che è solo per PC: niente per noi di OSX, quindi!

11 aprile 2014

Winter of the Iron Dwarf - Episodio 21


continua...

10 aprile 2014

La libreria di Lortag

Chi di voi si ricorda Lortag, il simpatico erudito di Kharé che ci aiuta ad uscire dall'infernale Città dei Misteri nel secondo volume della serie di LibroGame Sortilegio? Eccolo qui, nell'illustrazione che di lui ci fa il bravissimo John Blanche.



Ovviamente l'attenzione del lettore è tutta rivolta ai pezzi dell'enigma che si trovano sul tavolo e che dobbiamo risolvere affinché Lortag, a sua volta, ci dia una mano. Ma se diamo un'occhiata ai libri della sua biblioteca scopriremo un sacco di cose interessanti sui suoi gusti in fatto di letture...

Nello scaffale più in alto possiamo vedere nell'angolo a destra di chi guarda quattro tomi uno sopra l'altro. Di questi uno ha un titolo illeggibile ma gli altri tre recano: Axiome, Necropolitics e anche una raccolta di White Dwarf 1-30!

Ma gli eclettici interessi di Lortag non si fermano certo qui. Passiamo al secondo scaffale (sempre dall'alto). Nell'angolo sinistro troviamo un bel volume intitolato semplicemente Tolkien. Sarà una monografia sul celeberrimo autore o un saggio d'altra e più esoterica natura?

Al terzo scaffale, nell'angolo destro, troviamo: due volumi contraddistinti da un giglio e contrassegnati dai numerali romani 'II' e 'III', la qual cosa lascia sospettare che la figura del vecchio erudito probabilmente copra il volume 'I'. Subito accanto abbiamo un bel volume intitolato Jackson e un po' distanziati: Jes, Balykoth, Malkuth ed un'ultimo che parrebbe intitolato Voloder.

Sull'identità di Jackson possiamo nutrire ben pochi dubbi, restano oscuri invece gli altri titoli, eccezion fatta per Malkuth che è uno dei nomi con cui viene chiamata la decima Sefirot dell'Albero della Vita cabalistico; per l'esattezza Malkuth è la Sefirot della realtà terrena.

Nello scaffale successivo, a sinistra, troviamo una pergamena di cui leggiamo solo parte dell'iscrizione che reca Garibo(l)[?][...].

Mentre a destra dello stesso scaffale, troviamo tre interessanti volumi: Kharé (forse una guida della città), Dwarf Hymns (Inni Nanici) e, in ombra, l'inquietante Syn 1.

Al quinto scaffale a sinistra ci accorgiamo che il buon Lortag ha il primo volume di un libro del maestro John Blanche, intitolato per l'appunto Blanche - vol 1, il tomo secondo di un trattato negromantico dal titolo Unlife - vol 2, e a seguire una copia dell'enigmatico [S]IONS.

Sullo stesso scaffale, ma a destra, troviamo: due oscuri tomi: Bezelgue e Mogibell o Mogibele. Così ad occhio parrebbero i nomi di due entità infere, ma il mistero resta inviolato...

Gli ultimi titoli leggibili, infine, li troviamo nell'ultimo scaffale, quello più in basso. Qui, a sinistra, pare di intravedere un volume intitolato Slee[...] ed un altro che reca sul dorso D. McFa.

Entrambi i volumi mi paiono indecifrabili quanto a contenuto.

09 aprile 2014

Winter of the Iron Dwarf - Episodio 20


continua...

06 aprile 2014

Le Ruolimpiadi: intervista esclusiva a Davide Scano!

A quanto pare c'ho preso gusto con questa storia delle interviste. E infatti, a qualche giorno di distanza dall'intervista a Raúl Díez, eccomi alle prese con Davide Scano, responsabile dell'organizzazione delle Ruolimpiadi di Lucca.

Di che si tratta?

Le Ruolimpiadi sono una competizione amichevole di GDR arbitrata e giocata dagli stessi partecipanti, una serie di prove quasi olimpioniche con al centro l’esperienza collettiva, perché il Gioco di Ruolo è soprattutto narrazione collettiva. A differenza dei classici tornei di GDR ogni squadra porta un proprio evento (inedito) basato sul gioco che preferisce (autoprodotto o pubblicato) e lo fa giocare a un gruppo di giocatori formato da un membro per ciascuna delle altre squadre, in alcuni casi speciali due. In questo modo ogni party di gioco sarà formato da una selezione di un giocatore per ogni squadra iscritta. E così in una corsa lungo quattro giorni pian piano si cementerà la conoscenza delle varie squadre che a turno saranno arbitri e giocatori giocando insieme. Uno scenario unico, una ventina di sessioni in cui i membri di ciascuna squadra giocheranno tutti eventi differenti.



Le Ruolimpiadi hanno avuto grandi testimonial e padrini. Da Kill Them All di R.A. Salvatore (scrittore delle saghe di Drittz) al Killer Breakfast di Tracy Hickman (il papà di Dragonlance) sino ai Grandi Antichi del GDR internazionale come Bruce Heard (Mystara), Jason Bulmahn (Pathfinder), Sandy Petersen (Call of Cthulhu), Monte Cook (D&D III Edizione), Steve Perrin (Runequest) e molti altri ancora. Grandi autori del panorama mondiale che hanno accompaganto le squadre augurando buona fortuna, autografando le edizioni limitate che vengono ogni anno regalate alle squadre partecipanti e magari parlato un pò del significato che hanno avuto per loro i Giochi di Ruolo.

Abbiamo fatto due chiacchiere con Davide Scano per saperne qualcosa di più. Sentiamo che ci ha detto.

04 aprile 2014

The Last Door: intervista esclusiva a Raúl Díez!

In un post di qualche tempo fa vi ho parlato di The Last Door, un'avventura horror/mystery punta-e-clicca in grafica 8-bit ad episodi, pubblicata da una software house indipendente spagnola: The Game Kitchen.

Oggi vi propongo una lunga e - secondo me - interessante intervista che ho avuto il piacere di fare a Raúl Díez, responsabile pubbliche relazioni per l'intero progetto di The Last Door. Parliamo del gioco, delle sue molteplici influenze, ma anche delle difficoltà produttive che è costretta ad affrontare una casa indie e di come si può stare sul mercato oggi avendo pochi soldi, ma molte - e buone - idee.

Cominciamo!

03 aprile 2014

Winter of the Iron Dwarf - Episodio 19


continua...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...