11 settembre 2014

Winter of the Iron Dwarf - Episodio 54


continua...

10 settembre 2014

Gabriel Knight: ci siamo!

La notizia è freschissima: sono cominciati i pre-order per l'edizione rimasterizzata di Gabriel Knight: Sins of the Father, che uscirà il 15 di ottobre.

07 settembre 2014

D&D a Fumetti

La produzione statunitense di fumetti è qualcosa di davvero impressionante per quantità, qualità (anche se a volte altalenante) e, soprattutto, per la grande permeabilità del medium che si nutre incessantemente di ogni aspetto della cultura pop contemporanea: romanzi, film, serie TV, Giochi di Ruolo, videogames... tutte queste forme di narrazione popolare prima o poi trovano la loro distillazione in un fumetto seriale o in una graphic novel. E ovviamente a ciò si deve aggiungere tutto il capitolo della grande saga supereroistica a stelle e strisce, nonché le molte produzioni d'autore ed il fenomeno dei web-comic semi-artigianali che da alcuni anni sta dando alla luce serie e personaggi radicalmente innovativi ed in grado di competere con le pubblicazioni più blasonate; un esempio per tutti: le strisce di Table Titans che sono regolarmente ospitate in questo blog.

Nulla di strano, quindi, se anche il nostro amato Dungeons&Dragons è stato oggetto negli anni di numerose riduzioni per fumetti. In questa breve escursione vedremo alcune delle serie più riuscite sia per realizzazione grafica che per qualità delle storie, tralasciando - per amor di sintesi - i tanti spin-off non direttamente legati al brand di D&D, le web-strips e le molte parodie umoristiche che hanno nell'esilarante Knights of the Dinner Table la loro punta d'eccellenza.

Tra gli anni '80 ed i '90 la TSR possedeva un dipartimento dedicato all'amministrazione del marchio D&D sui media non ludici, tra i quali ovviamente c'erano anche i fumetti. In quegli anni furono pubblicati diversi DC Comics basati sui mondi di Forgotten Realms e Spelljammer. Alcune di queste storie furono scritte dai grandi nomi della TSR dell'epoca, come Jeff Grubb. Ma anche altri autori rinomati come Michael Fleisher diedero il loro contributo atistico. I personaggi protagonisti di queste storie sono le icone del vecchio D&D, come Khelben Blackstaff, Kyriani o Timoth Eyesbright. Una menzione a parte merita la saga di Dragonlance, ambientazione di punta della TSR degli anni d'oro. L'autore della riduzione a fumetti - la cui prima uscita è del 1988 - è Dan Mishkin, affiancato in alcuni numeri da Jack Harris e Ron Randall.

Nel 2002 la Iron Hammer Graphics ottenne la licenza per pubblicare una graphic Novel dal titolo Vecna: Hand of the Revenent: una storia incentrata sulle vicende e sui personaggi chiave che ruotavano attorno al reboot del mondo di D&D effettuato solo pochi anni prima col passaggio di D&D dalla fallita TSR alla Wizard of the Coast. A questa va aggiunta una lunga serie di sedici numeri basati sulla Terza Edizione intitolata Tempest's Gate, che presenta un legame con il Gioco di Ruolo e le sue dinamiche piuttosto esplicito.

Notevoli sono anche le riduzioni della DDP dei romanzi del Drow Drizzt Do'Urden opera di R.A. Salvatore. Si tratta di otto libri, ciascuno dei quali suddiviso in tre capitoli tranne l'ultimo che vide l'uscita solo del primo numero prima che la serie si interrompesse per motivi legati alla scadenza della licenza. Qui siamo davvero ad alti livelli: le vicende narrate seguono fedelmente le mirabolanti avventure del nostro Elfo Scuro preferito assieme a quelle dei suoi amici Bruenor, Catti-Brie, Wulfgar e Regis e dei suoi avversari, come l'infame Assassino Artemis Entreri. A differenza dei fumetti pubblicati nei decenni precedenti, quella della DDP spiccano per una maggiore discrezione nello stabilire legami col regolamento del gioco (incantesimi, classi di personaggi) rendendo le storie molto più gradevoli e credibili, più "storie" a tutti gli effetti che resoconti romanzati di una partita al tavolo di gioco.

A partire dal 2010, la IDW Comics ha acquisito la licenza di D&D ed ha cominciato a pubblicare nuove avventure di Drizzt - le Neverwinter Tales - una serie fortemente ancorata alla Quarta Edizione, ed un'altra mini serie in quattro libri ambientata nel cupo mondo di Dark Sun. Le ultime pubblicazioni della IDW risalgono al 2012 e sui forum degli appassionati è forte l'attesa per nuovi titoli che si spera vengano pubblicati sulla scorta dell'entusiasmo per l'uscita della Quinta Edizione, che alcuni credono sia la versione definitiva di Dungeons&Dragons.

02 settembre 2014

Winter of the Iron Dwarf - Episodio 53


continua...

31 agosto 2014

Un nuovo gioco D&D per mobile

30 agosto 2014

Winter of the Iron Dwarf - Episodio 52


continua...

18 agosto 2014

Classi imbarazzanti in D&D

Nei suoi 40 anni d'età Dungeons&Dragons ha conosciuto momenti di gloria ed altri di declino che, puntualmente, hanno trovato riflesso nella qualità dei prodotti pubblicati. In particolare, uno dei meccanismi che maggiormente ha saputo dare esiti di involontaria comicità è quello delle Classi di Personaggio. Come svago in questo scorcio di mite estate vale la pena di passare in rassegna alcune fra le più ridicole Classi che, nel corso degli anni, sono comparse sui moduli e/o le riviste ufficiali di D&D. C'è da sbellicarsi!

Il Mendicante
Un Classe di AD&D con Abilità di Classe tipo quella di "Sarto", e di Allineamento obbligatoriamente Caotico. Bah...

L'Eroe Contadino
Un buon esempio della mania di complicare le cose che per un certo periodo tenne banco alla TSR è dato dall'introduzione della Classe dell'Eroe Contadino, che è comunque sempre meglio di quella del Mendicante. Perché un eroe dovrebbe avere delle regole a sé a causa dell'ascendenza contadina, rimane un mistero. Così come sfugge come si possa appieno valorizzare la "contadinità" di un Personaggio. Fra le sue abilità speciali, quella - utilissima - di poter chiamare in aiuto... altri contadini! In pratica l'Eroe Contadino è un Guerriero senza il becco d'un quattrino.

Il Druido Artico
Ci sono davvero un sacco di Druidi diversi nel Complete Druid's Handbook della II edizione di AD&D: Druidi del Deserto, della Giungla, delle Montagne, delle Pianure e delle Paludi... Ma solo uno di loro ha deciso di onorare il suo profondo legame con la natura andando laddove l'unica natura è rappresentata da ghiaccio, pinguini, foche e orsi. Questo temerario è il Druido Artico. Se non altro i suoi Incantesimi basati sul ghiaccio sono carini.

L'Anacoreta
Qui andiamo vigorosamente sul ridicolo. La Classe dell'Anacoreta (un pio asceta solitario) compare su Domains of Dread uno dei supplementi per l'ambientazione orrorifica Ravenloft. In pratica l'Anacoreta è un Chierico o un Mago che perde qualsiasi abilità magica se si allontana da più di 100 iarde dal suo ritiro spirituale! Sarei curioso di conoscere una persona che ha mai giocato questa Classe.

Il Clown
Si... è proprio il Clown. Troviamo questa Classe in City of Gold, un modulo di espansione poco conosciuto (strano eh?) dei Forgotten Realms. La straordinaria caratteristica del Clown è quella di assommare il peggio delle Classi del Ladro e del Bardo. Quindi se volete la capacità di fare capitomboli e salti mortali senza però saper come borseggiare, colpire alle spalle o far valere il vostro Carisma, il Clown è il Personaggio che fa per voi!

L'Impalagoblin
Nel Complete Book of Gnomes and Halflings troviamo l'Impalagoblin: praticamente Mezzuomini con l'attitudine di Gotrek Gurnisson, ma verso goblin e coboldi. Il manuale suggerisce che questo odio viscerale possa essere legato ad una qualche tragedia del passato del Personaggio, il che fa di loro una specie di Batman di D&D, fin quando non ti ricordi che si chiamano Impalagoblin.

Il Dandy
No... non quello di "Romanzo Criminale". Un altro supplemento di Ravenloft, intitolato Masque of Red Death contiene diverse nuove Classi di Personaggio, fra le quali spicca senza dubbio il raffinatissimo Dandy. Il Dandy è un nobile che ha una grande influenza sociale e un sacco di soldi, per il resto bastano un paio di morsi di vampiro per spedirlo all'aldilà. Me lo immagino: «Salve signori. Sono Lord Jonas Arkwood, il Dandy. Per servirvi!».

L'Operaio
Ma, sempre in Red Death puoi anche fare l'Operaio, che praticamente è come il Dandy solo che non hai né i soldi né lo status sociale. Ma se non altro, ti guadagni da vivere col sudore della tua fronte e, soprattutto, non ti fai chiamare "Dandy".

Il Derattizzatore
Il Derattizzatore fa esattamente ciò che il suo nome suggerisce così esplicitamente. Si tratta di una Classe riservata alla Razza dei Nani che è specializzata nell'utilissima funzione di liberare i tunnel delle miniere dalle infestazioni di ratti, blatte, vermi... Il testo del Complete Dwarf ci informa che: «I Derattizzatori fanno parte della Gilda dei Derattizzatori». Mai più un party senza un buon Derattizzatore.

Il Guerriero del Ghetto
Qui scendiamo a livelli davvero infimi. È un'altra Classe specialistica per Nani che nella sua descrizione contiene il seguente testo: «Il Guerriero del Ghetto non dimentica mai le sue umili origini, e per questo prova risentimento verso i Nani di più alto lignaggio. Tuttavia rimane fedele alle sue origini e cerca di migliorare le condizioni della gente del ghetto.». No comment.

Il Bullo della Miniera
Stanchi delle solite vecchie Classi da matusa? Ok, ora si fa sul serio con il Complete Book of Humanoids, forse il fondo toccato dalla TSR nel periodo della sua agonia, quando la qualità del materiale pubblicato era ormai indecente. Signore e signori: ecco il Bullo della Miniera, cioè un Guerriero specializzato nel lavoro in miniera, dove il suo compito è picchiare gli schiavi che si ribellano o che lavorano poco! In D&D si sentiva proprio il bisogno di una simile Classe, un Guerriero penalizzato quando combatte fuori dai sotterranei!

Il Pacifista
No, non è uno scherzo. Si tratta di una Classe specialistica di Druido che sostanzialmente non può uccidere né combattere. Il che in D&D non ha alcun senso. Leggende vogliono che nessun Pacifista sia mai andato oltre il I Livello.

Il Montanaro
Classe specialistica del Complete Book of Rangers: in pratica è uno straccione hillbilly.

Il Paladino del Massacro
Questa Classe della III edizione è oltre il ridicolo. Di allineamento rigidamente Caotico Malvagio, il Paladino del Massacro viene descritto come «Sacro Cavaliere eroico del massacro»; praticamente una roba del genere. La cosa migliore di questa Classe è che il Personaggio perde immediatamente i suoi poteri se non commette su base regolare e frequente atti di pura e atroce malvagità. Questo Personaggio il nome di Paladino del Massacro deve saperselo guadagnare.

Il Druido Urbano
E chiudiamo con questa Classe specialistica di Druidi di D&D 3.5 che celebra la natura... standone il più possibile lontano! Almeno il Druido Artico ogni tanto può incontrare un pinguino o una foca, lui no. Alcuni ritengono che questa Classe sia stata creata per quei giocatori che vogliono fare il Druido senza sapere assolutamente nulla di Druidi, altri che il Druido Urbano sia l'hipster dei Druidi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...